Il ritiro della salma: 3 situazioni differenti messe a confronto

Esistono tre situazioni tipo in cui l’agenzia di pompe funebri è chiamata a ritirare la salma di una persona cara venuta tragicamente a mancare. Vediamo ogni situazione per sapere meglio cosa fare se per caso ci si dovesse trovare in questa spiacevole situazione.

Nelle strutture ospedaliere e simili

Quando il decesso avviene presso strutture ospedaliere o simili, la procedura è un po’ più snella. Il personale medico presente si occupa di accertare l’avvenuto decesso e avvisare i famigliari. Intervengono poi le pompe funebri per ritirare il corpo e portarlo presso la camera ardente, dove verrà preparato. Non serve aver preso in precedenza accordi con le pompe funebri poiché questi esperti sono abituati a intervenire all’ultimo minuto. Tutto quello che serve per dare degna sepoltura, lo predispongono loro a affinché i famigliari non ne debbano preoccupacele durante il delicato momento di lutto.

A casa

Può capitare che il decesso avvenga a casa. Quello che i famigliari devono fare è chiamare il medico curante e non l’ambulanza, a meno che non ci sia la possibilità di intervenire e salvare la vita. Il medico curante ha il compito di accertare il decesso. Si deve chiamare anche l’agenzia di onoranze che ritira la slama e predispone tutto quello che serve per il funerale.

Fuori casa

Purtroppo, il decesso è un evento imprevedibile e può capitare anche fuori casa. Questa situazione è un po’ più complicata e la complicatezza aumenta in base a dove ci si trova esattamente. La questione più semplice è quando ci si trova nel comune di residenza così da avere poche, quasi zero, problematiche. Se il decesso avviene fuori dal comune, allora si devono chiamare anche i carabinieri che devono dare il nullaosta per il ritiro della salma. Altre situazioni come il decesso fuori regione o addirittura all’estero sono più complesse dal punto di vista burocratico. All’estero, per esempio, deve intervenire l’ambasciata italiana, in particolare se il Paese non fa parte dell’Unione Europea.

Per prendere subito contatto e saperne di più, vai su www.onoranzefunebri-bergamo.it

Potrebbero interessarti anche...