Quali sono le più belle acconciature anni ‘60

Le acconciature anni 60 sono state a lungo relegate al passato e ciò che hanno rappresentato nel loro periodo storico. Adesso invece se guardiamo alle passerelle di moda attuali, vediamo che stanno tornando di moda tra le più giovani. Un po’ perché sono semplici da realizzare, un po’ perché sono davvero belle. Non occorre molto per realizzarle e con un po’ di impegno tutte noi possiamo farle a casa senza troppi problemi.

Durante tutti gli anni sessanta sono andati molto di moda i tagli corti e sbarazzini. Sicuramente il più famoso di tutti è il pixie cut, noto anche come il taglio alla Twiggy. Molto famoso in realtà anche il taglio a scodella, tornato oggi di moda perché comodo e in fin dei conti facile da portare. Il taglio a scodella vede un taglio netto proprio all’altezza delle orecchie.

Non solo il pixie cut e il taglio a scodella. Tra le acconciature anni ‘60 si trova anche il bob, cioè un caschetto bombato che però va a scalare nella parte posteriore della testa. Questo permette di ottenere infatti una cotonatura naturale senza dover ricorrere ogni volta a una messa in piega, la quale chiaramente richiede un bel po’ di tempo per eseguirla.

Non necessariamente però le acconciature anni ‘60 richiedono un taglio corto. Non tutte le donne infatti amano i tagli corti ma preferiscono mantenere i propri capelli lunghi. In questo caso negli anni ‘60 andavano molto di moda le pettinature cotonate arricchite con un po’ di fiocchi qua e la. Oggi tutte queste pettinature sono tornate di moda.

Come avrete capito il punto più importante rimane sempre la cotonatura nelle acconciature anni ‘60.   E non è nemmeno difficile riprodurla! Dar volume ai capelli infatti richiede poco e non importa essere parrucchieri per riuscirci. Il primo passo è quello di dividere la chioma in ciocca e su quelle superiori, dalla fronte a metà testa, occorre intervenire. Dovete partire da quelle inferiori per arrivare man a mano a quelle sulla fronte. Con una mano posizionate la ciocca in verticale, con l’altra usate un pettine a denti stretti e pettinate le ciocche partendo dalle punte e risalendo fino alla radice dei capelli. Procedete fino a quando nella mano non c’è più nemmeno un capello. Adesso fissate l’acconciatura con la lacca e portate indietro la parte cotonata come per andare a formare una coda. Con una spazzola normale pettinate i capelli partendo dalla fronte fino alla coda ma fatelo superficialmente. Potete realizzarci la coda a cavallo, lo chignon oppure lasciarli sciolti.

Volete condire le vostre acconciature anni 60 con un buon trucco? Allora sappiate che negli anni sessanta il trucco era puntato su rendere gli occhi grandi, effetto ottenuto dalle ciglia finte e l’eyeliner, magari con una rima interna inferiore bianca o lasciata nude. Veniva poi scurita la piega dell’occhio e le labbra bicolor erano sicuramente di moda. Perfetti poi i contrasti caldo-freddo, come quello arancione e fucsia.

Potrebbero interessarti anche...