Vi ricordate che Kakarotoks aveva annunciato una sorta di jailbreak compatibile col FW 4.00?

Stamani il coder si è fatto sentire, rivelando gli ultimi dettagli degli scontri che ha avuto con il francese Mathiuleuh (rinomato per essere stato capo-progetto di PSGroove e sulla cresta dell’onda fino agli smacchi di Sony contro la pirateria).

 

Kakarotoks sta sviluppando una sorta di JB (non permetterà infatti l’avvio di backup manager, ma solo di homebrews comuni) che essenzialmente, ci spiega, è diviso in piu’ parti:

La prima parte riguarda la possibilità di installare dei pacchetti PKG sul FW 4.00 e su quella non ha problemi: quella parte dice essere gia stata completata e testata.

La seconda parte riguarda invece il fatto di poter avviare i pacchetti che abbiamo installato: e qui cominciano i dolori, proprio perchè è necessaria una chiave algoritmica che riesca a far credere alla console che quel pacchetto installato sia stato firmato da Sony.

Kakarotoks inizialmente aveva dato per scontato che questo non fosse possibile, ma Mathiuleuh esordi’ dicendo (come al solito) che una persona con un po’ di esperienza e cervello avrebbe scovato il modo per far avviare gli homebrews installati in poco meno di un ora: lui ci era riuscito!

Kakarotoks comincia a cercare e cercare, insieme al suo team, un modo per eludere o quanto meno replicare la firma digitale necessaria a far credere alla PS3 che il pacchetto installato fosse autentico, ma non risolve niente:chiedendo aiuto a Mathiuleuh (che dimostro’ fin da subito un atteggiamento piuttosto ostile) alla fine lui gli invio’ dei files che contenevano tutto quello di cui c’era bisogno, tranne la maledetta chiave necessaria a firmare i PKG.

I conti non tornavano: i files inviati da Mathiuleuh a Kakarotks contenevano degli scorci di codice non di certo scritti da Mathiuleuh , ma di un altro coder rimasto anonimo per il volere di entrambi.

Alla richiesta di Kakaroto di aiutarli a recuperare la chiave mancante, Math si è semplicemente rifiutato dicendo “la soluzione si trova semplicemente nell’appldr del FW 3.56″.

Fiducioso di trovare qualcosa di utile, il team di Kakaroto si mette al lavoro spulciando e leggendo una marea di codice assembly cercando di individuare qualcosa di utile, ma dopo molto lavoro non ne cavano un ragno dal buco.

Qui comincia la telenovela, perche quando Kakarotoks ha riportato l’insuccesso nel trovare qualcosa, Math gli ha detto “ah no, il tipo di chiamata da cercare non era l’OMAC, ma l’HMAC” ma ancora una volta niente di niente.

Dopo l’ennesima bugia di Mathiuleuh, Kakaroto ha scritto tutto questo per farci sapere che secondo lui Mathiuleuh non ha la minima idea di quello che stia facendo: semplicemente, la chiave non era presente nei file inizialmente inviati da lui, solo perchè non l’aveva fin dall’inizio.

Kakaroto inoltre ha decriptato completamente il meccanismo usato dal NPDRM e ha concluso che trovare la private key necessaria alla firma dei pacchetti è praticamente impossibile senza un exploit valido o quantomeno un bug nella collisione delle chiavi (chi si intende di crittografia dovrebbe saperne qualcosa: in pratica è possibile recuperare una chiave di criptazione se questa si presenta per caso 2 volte identica nello stesso ambiente).

Il risultato del team è stato solo una perdita di tempo dovuta alla vanità di Mathiuleuh, e adesso si trovano 2 mesi indietro sulla tabella di marcia e senza la possibilità di avviare codice homebrew, anche se riescono ad installarlo.

La speranza di Kakarotoks, ci dice, è quella di riuscire a trovare un altro exploit da qualche parte che gli permetta di aggirare l’ostacolo e trovare cosi un modo di avviare codice non firmato sulla nostra console casalinga…. La strada è ancora lunga, e ovviamente non c’e’ una data di uscita precisa per questo “HEN” per PS3.

Diffidiamo di Mathiuleuh una volta per tutte, o tornerà alla carica con un altra delle sue? Sinceramente tutte queste scenette da telenovela del dopo pranzo mi stanno stancando: quando vediamo gruppi di 5 persone che si riuniscono per risolvere problemi (leggi: Jailbreak dei dispositivi A5 Apple e il Dream Team di hacker) e qui invece siamo fermi a causa di bisticci per un po’ di popolarità…